sabato 16 gennaio 2016

Le copertine di Edina e Ninon per la rivista argentina El Hogar

La copertina di Edina Altara
Edina Altara e il marito Vittorio Accornero realizzarono tre copertine per la rivista di Buenos Aires "El Hogar" nel 1925. Accornero, che all'epoca firmava con lo pseudonimo di Victor Max Ninon, vinse il concorso per le copertine indetto dalla stessa rivista. La collaborazione con il periodico argentino, però, durò poco. Accornero, infatti, propose all'editore di farsi assumere senza però concedere l'esclusiva. 
La copertina di Max Ninon
Nei suoi piani, il pittore di Casale Monferrato si sarebbe dovuto trasferire in Argentina con la moglie Edina Altara, il tutto a spese dell'editore di El Hogar, che avrebbe dovuto pagare loro anche una casa e un lauto stipendio. Accornero, in ogni caso, chiedeva di avere la libertà di collaborare con altri editori. La sua proposta, tuttavia, non fu accettata dal proprietario di El Hogar, che chiedeva l'esclusiva sui lavori di Ninon. Accornero non si diede per vinto e prese contatti con altri due editori di Buenos Aires, ricevendo però sempre risposte negative. Dei contatti di Ninon con gli editori argentini esiste un corposo carteggio, compresi gli assegni con i quali i due artisti furono pagati per le loro copertine. Alla fine, Edina e Ninon in America ci andarono comunque, ma molto più a nord, a New York, nel 1929.

lunedì 11 gennaio 2016

I libri per ragazzi illustrati da Edina Altara

Storie di Barbabionda, Barbagrigia e Barbabianca
Edina Altara lavorò come illustratrice per ragazzi dagli Anni 20 fino agli Anni 70, quando realizzò il suo ultimo lavoro. Quello che segue è un elenco quasi definitivo della sua opera, anche se non escludiamo che esistano altri libri che mancano all'appello. Spesso, infatti, veniva indicato solo il nome "Edina", oppure "E. Edina" e qualche volume potrebbe essere sfuggito all'appello. Edina illustrò tre libri per ragazzi con il marito Vittorio Accornero, assieme firmavano Edina e Ninon.

ANNI VENTI
- Storie di bambini che conosco, Paola Lombroso Carrara, Paravia, 1924 (**)
- Storie di Barbabionda, Barbagrigia e Barbabianca, Cesarina Fanfulli Coppini, Bemporad, 1924  (**)
- Le Fiabe di Zia Mariù, Paola Lombroso Carrara, Paravia, 1925 (**)
- Storia di una bambina e di una bambola, Paola Lombroso Carrara, Paravia, 1925
- Storie vere di Zia Mariù, Paola Lombroso Carrara, Paravia, 1925
- Un reporter nel mondo degli uccelli, Paola Lombroso Carrara, Paravia, 1926
- Tim Boum e Tata Boum, T. Combe Torino, Paravia, 1926
- Le Nuove Avventure di Tim Boum, T. Combe, Paravia, 1927
- La grotta di Steenfoll, Hauff-Mauri,  La Editoriale Libraria (Stelline), 1928 (*)
- Povero Tonino, Gianna Sibaud, La Editoriale Libraria (Stelline), 1928 (*)
- La Maggiolata Di Sandro, Umberto Gozzano, La Editoriale Libraria (Stelline), 1928 (*)
- Storia che finisce bene, C. Del Soldato, Trieste, La Editoriale Libraria (Stelline), 1928
- L'agnellino nero ed altre fiabe, Carola Prosperi, Paravia, 1929

ANNI TRENTA
- Il Piccolo Re, A. Lichtenberger, Bemporad, 1930 (**)
- Fiabe a totolino, Marianna Cavalieri, Paravia, 1930
- Quattro cani a spasso, Virginia Piatti Tango (Agar), Paravia, 1931
- Bracaloncino, Maria Ferraris, Paravia, 1931 (*)
- Navigare Necesse Est, Gina Algranati, Paravia, 1931
- L'erba voglio e altre novelle, Maria Pezzè Pascolato, La editoriale libraria, 1931
- L'avventura di un canino, Anton Cecov (o Cehov), trad. Erme Cadei, 1931 (*)
- La diligenza delle dodici fiabe, Vincenzo Fraschetti, Paravia, 1932 (*)
- Avventure straordinarie di Cicognino, G.M. Folch i Torres, Paravia, 1934 
- Nuove avventure di Cicognino, G.M. Folch i Torres, Paravia, 1934
- Ragazzi allo specchio, Paola Carrara Lombroso, Paravia, 1935

 ANNI QUARANTA
- Il Libro Giocattoli, Hoepli, 1945
- Avventure straordinarie di Cicognino, Paravia, G.M. Folch i Torres, 1947

ANNI CINQUANTA
- Storia di una bambina e di una bambola, Paola Lombroso Carrara, Paravia, 1952
- Le Fiabe di Zia Mariù, Paola Lombroso Carrara, Paravia, 1958
 
ANNI SETTANTA
- Quattro favole, Silvia Fiocchi, Milano-Verona, 1971

(*) Se chi legge questo post avesse libri non presenti in questo elenco, oppure possedesse uno dei volumi contrassegnati con un solo asterisco, farebbe un grande favore agli eredi della Altara, contattando l'archivio via email: info@edinaaltara.it
(**) Illustrato con il marito Vittorio Accornero (Max Ninon)

sabato 9 gennaio 2016

Edina & Ninon e l'avventura a New York

Edina Altara nel 1929 visse alcuni mesi a New York con il marito Vittorio Accornero. Di quel periodo, purtroppo, non è rimasta traccia, se non nella lista dei passeggeri del transatlantico, nei certificati medici, nei documenti di acquisto dei biglietti e dei registri dell'immigrazione di Ellis Island. L'unica immagine della produzione dei due artisti legata a New York è questo straordinario disegno a matita realizzato da Accornero presumibilmente nel 1933. Nell'immagine New York è vista dall'alto, dall'interno di uno dei 21 Savoia-Marchetti S55 che proprio in quell'anno trasvolarono l'Atlantico per raggiungere gli Stati Uniti (New York - Chicago e ritorno in Italia), in una delle tante imprese dell'aeronautica italiana dell'epoca. Il disegno ricorda per impostazione i lavori dei pittori del secondo futurismo, come Tullio Crali.
Non si sa con certezza di cosa si occuparono i due artisti nel soggiorno newyorkese, anche se dalle testimonianze di alcuni parenti si presume che si occuparono di lavori teatrali (scenografie e costumi) e di illustrazione. I due, capitati in America durante la Grande Depressione del 1929, decisero di fare ritorno in Italia anche per la nostalgia del loro amato paese.